Tu sei qui

Variante alla SS1 Aurelia bis

Commissario Matteo Castiglioni (curriculum vitae - pdf)

 


Variante Hub portuale La Spezia

 

Il Piano commissariale

Il Piano riguarda il 3° lotto della Viabilità di accesso all’Hub portuale di La Spezia - interconnessione tra i caselli della A12 e il porto di La Spezia. Il tracciato, lungo circa 4 km, consentirà di ultimare la tratta in variante all’abitato di La Spezia e i suoi collegamenti con il tessuto urbano e con la zona portuale.

La nuova opere realizzerà, insieme ai primi due lotti già ultimati e aperti al transito, un asse tangenziale alla città. L’asse stradale di progetto è classificato come “strada extraurbana secondaria” e la sezione tipo prevista è di categoria C1. Il lotto complessivo è diviso in 3 parti: A, B e C.

1° stralcio – A

Lo stralcio A si estende tra lo svincolo di “via del Forno” e lo svincolo di “Buonviaggio”, per una lunghezza di quasi 1,8 km, oltre le rampe dei due svincoli.

Il tracciato ha origine dall’imbocco della galleria “Castelletti” del precedente 2° Lotto, per terminare in corrispondenza del portale d’attacco della galleria naturale “Felettino I” facente parte del successivo stralcio B.

2° stralcio – B

Lo stralcio B si sviluppa dallo svincolo di “Buonviaggio” (escluso) allo svincolo di San Venerio (incluso), per una lunghezza di circa 1 km, oltre le rampe dei due svincoli.

Il tracciato dell’asse principale ha origine all'imbocco della galleria “Felettino I” (lunga 777 metri), subito dopo la quale si innesta il viadotto “S. Venerio I” (100 metri). Completano lo stralcio B le due rampe R e T dello svincolo “S. Venerio”.

3° stralcio – C

Lo stralcio C ha una lunghezza complessiva di circa 1,2 km, oltre le rampe dello svincolo Melara.

Ha origine presso lo svincolo di San Venerio (escluso) che collega il quartiere della Pieve con la variante Aurelia, sviluppandosi poi con un susseguirsi di viadotti e gallerie (artificiali e naturali) fino al costruendo svincolo di Melara, che raccorda la Variante Aurelia con l’esistente bretella autostradale La Spezia – Santo Stefano Magra.

 

La mappa delle opere

Scarica pdf (la mappa è ottimizzata per una stampa in formato A2, si consiglia di non stampare in formato minore di A3)

mappa delle opere

 

Contatti

anas.SS1bis_LaSpezia1@postacert.stradeanas.it

anas.SS1bis_LaSpezia2@postacert.stradeanas.it

anas.SS1bis_LaSpezia3@postacert.stradeanas.it

 


Variante Hub portuale di Savona

 

Completamento tratto torrente Letimbro - Albisola Superiore

L’intervento riguarda il completamento della Variante alla SS1 Aurelia nel tratto tra Savona/torrente Letimbro e Albisola Superiore. La Variante si configura, nel suo insieme, come un asse tangenziale alla Città di Savona. Presenta una lunghezza di circa 5,1 km ed è stata prevista al fine di decongestionare la viabilità urbana.

L’opera ha origine con lo svincolo lungo Corso Ricci (SS 29 “del Colle di Cadibona”), denominato svincolo Letimbro, e termina nel territorio del comune di Albisola Superiore (svincolo Sansobbia). Il tracciato attraversa il torrente Letimbro tramite il viadotto La Rusca, successivamente piega verso la costa sottopassando l’autostrada con la galleria Cappuccini, per riemergere in corrispondenza dello svincolo Miramare di collegamento al Lungomare Matteotti (attuale SS 1 Via Aurelia).

A seguire, lo sviluppo del tracciato è caratterizzato da 3 gallerie. Tra le prime due (San Paolo e Basci) è presente un tratto di incisione valliva, mentre all’uscita della galleria Basci si innesta il viadotto Grana che sovrappassa l’omonimo abitato per poi immettersi nell’ultima galleria (Grana). La variante presenta quindi un’ulteriore tratta in viadotto. Infine, si collega con la viabilità sub urbana e urbana mediante due rotatorie poste sulle sponde del torrente Sansobbia, connesse fra loro da due corsie stradali, una per senso di marcia.

La sede stradale adottata è del “Tipo C1” avente piattaforma composta da due corsie di larghezza di 3.75 m e due banchine da 1.50 m (larghezza complessiva di 10.50 m).

 

Tratto Savona torrente Letimbro – Savona casello autostradale

Il tracciato si sviluppa sul prolungamento della Variante della SS 1 Aurelia (Aurelia bis) oltre lo svincolo di Corso Ricci, denominato “svincolo Letimbro”, fino a riallacciarsi più a sud a via Stalingrado, in corrispondenza del fascio di binari della ferrovia Genova-Ventimiglia. La lunghezza complessiva è di 2,94 km, di cui 2,69 km si sviluppano in galleria (galleria “Madonna degli Angeli”).

La finalità dell’intervento in progetto è quella di realizzare una variante all’abitato, in sostituzione dell’originario tracciato della Via Aurelia tortuoso e ad elevata incidentalità. La realizzazione dell’opera consente inoltre di completare il sistema infrastrutturale, già in gran parte realizzato o in fase di realizzazione, di connessione tra i porti di Savona e di Vado Ligure e il sistema autostradale.

 

La mappa delle opere

Scarica pdf (la mappa è ottimizzata per una stampa in formato A2, si consiglia di non stampare in formato minore di A3)

mappa delle opere

 

Contatti

anas.SS1bis_SavonaAlbisola@postacert.stradeanas.it

anas.SS1bis_Savonacasello@postacert.stradeanas.it

 


Variante all'abitato di Imperia

 

Descrizione dell’opera

L’intervento di variante all’abitato di Imperia si sviluppa complessivamente per circa 10 km in direzione ovest-est.

Il tracciato parte da ovest collegandosi all’esistente SS 1 “Aurelia” in prossimità della foce del Torrente Prino, nel comune di Imperia. Dopo aver by-passato verso nord l’intero abitato imperiese, termina ad est con l’intersezione Diano Marina, nell’omonimo comune, collegandosi nuovamente alla SS 1 “Aurelia” in prossimità del cavalcaferrovia esistente.

L’intervento prevede la realizzazione di 8 gallerie naturali, 5 ponti più uno in allargamento, 4 viadotti, 8 intersezioni in rotatoria e uno svincolo, oltre le opere minori.

L’itinerario è classificato come strada extraurbana secondaria di tipo “C1” secondo il D.M. 5/11/2001, a una corsia per senso di marcia.

 

Benefici dell’opera

L’infrastruttura in oggetto è di importanza strategica perché assicura, insieme alla SS 28 “del Colle di Nava” – tratto Armo Cantarana, un collegamento diretto tra il basso Piemonte e le sue industrie e il porto d’Imperia.

È inoltre fondamentale per la città d’Imperia perché consente l’interconnessione della SS 28 con i caselli autostradali di Imperia Est e Imperia Ovest, con la SP n.1 Aurelia e la viabilità verso l’hinterland, by-passando il centro urbano.

 

La mappa delle opere

Scarica pdf (la mappa è ottimizzata per una stampa in formato A2, si consiglia di non stampare in formato minore di A3)

mappa delle opere

 

Contatti

anas.SS1bis_Imperia@postacert.stradeanas.it