• Immagine aerea di uno svincolo autostradale

Tu sei qui

Dibattito pubblico

Che cos’è il Dibattito pubblico

Il dibattito pubblico è un percorso di informazione, discussione e confronto pubblico su un’opera di interesse strategico, che permette al proponente di far emergere le osservazioni critiche e le proposte sul progetto da parte di una pluralità di attori, anche singoli cittadini. Il suo compito è quello di ascoltare tutti gli argomenti con i pubblici interessati, senza pervenire alla decisione sulla soluzione definitiva in merito alla realizzazione o meno dell’opera, alla sua localizzazione o alle sue caratteristiche, che resta in capo alle autorità competenti.

 

La legge che lo istituisce

Il dibattito pubblico è stato introdotto in Italia nel 2016 con il Codice dei contratti pubblici che, all’art. 22, comma 2, ha previsto l'adozione di un decreto del Presidente del Consiglio dei ministri per la disciplina dei criteri per l'individuazione delle grandi opere infrastrutturali e di architettura di rilevanza sociale che hanno un impatto sull'ambiente, sulle città e sull'assetto del territorio, distinte per tipologia e soglie dimensionali, per cui è obbligatorio il ricorso alla procedura di Dibattito pubblico, nonché le modalità di svolgimento e il termine di conclusione della medesima procedura.

Il primo correttivo al Codice dei contratti pubblici ha precisato che i nuovi interventi ai quali occorre fare riferimento per l'applicazione dell'istituto del Dibattito pubblico sono quelli avviati dopo la data di entrata in vigore del medesimo decreto, ovvero dopo il 24 agosto 2018, ed ha stabilito contestualmente le modalità di monitoraggio sull'applicazione dell'istituto.

La disciplina del dibattito pubblico è intervenuta con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 10 maggio 2018, n.76. Il decreto declina le modalità di svolgimento, le tipologie e le soglie dimensionali delle opere sottoposte a Dibattito pubblico, puntualizzando altresì le competenze della Commissione Nazionale. 

Con il decreto del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti del 30 dicembre 2020, n. 627 è stata istituita la Commissione nazionale per il Dibattito pubblico sulle grandi opere infrastrutturali e di architettura di rilevanza sociale.

La Commissione intende essere un modello di democrazia partecipativa, relativamente agli interventi infrastrutturali di maggiore rilevanza nel Paese.

Maggiori informazioni e la normativa di riferimento sono disponibili sul sito del Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, al link: https://www.mit.gov.it/documentazione/cndp-commissione-nazionale-dibattito-pubblico

 

Di seguito sono riportati gli interventi per i quali Anas ha avviato le procedure di Dibattito pubblico

 

Interventi Link

SS 693 Strada Scorrimento Veloce del Gargano - SS 89 'Garganica' - Collegamento Vico del Gargano - Mattinata

Vai alla pagina del dibattito pubblico SS 693 Strada Scorrimento Veloce del Gargano - SS 89 Garganica - Collegamento Vico del Gargano - Mattinata
S.S. N. 16 “ADRIATICA” – TRONCO BARI-MOLA DI BARI. Variante alla Tangenziale di Bari Lavori di realizzazione di una variante alla SS 16 del tratto compreso tra Bari-Mungivacca e Mola di Bari, con adozione della sezione stradale B2 del D.M. 5.11.2001 Vai alla pagina SS 16 Adriatica – Tronco Bari-Mola Di Bari. Variante alla Tangenziale di Bari
Itinerario Gela – Agrigento – Castelvetrano. Ammodernamento Gela Castelvetrano C1 in sede con varianti e cat. B tangenziale di AG in variante. Lotto Funzionale tangenziale di Agrigento Vai alla pagina SS 16 Adriatica – Tronco Bari-Mola Di Bari. Variante alla Tangenziale di Bari