Tu sei qui

Innovazione e tecnologia

Innovazione e tecnologia sono da sempre nel nostro Dna e acquistano ancora maggior importanza in vista delle sfide future che ci apprestiamo ad affrontare.

L’evoluzione di materiali e tecnologie pongono costantemente nuovi orizzonti in materia di sicurezza, sistemi di monitoraggio, sostenibilità ambientale e utilizzo della rete. Per questa ragione da sempre sperimentiamo nuove soluzioni e sviluppiamo materiali innovativi, collaboriamo con centri di ricerca promuovendo iniziative e progetti in ambito nazionale e internazionale.

Il Centro sperimentale stradale (CSS) di Cesano, in particolare rappresenta un polo di eccellenza per l’attività di studio, ricerca e di offerta di servizi avanzati di consulenza.

Utilizziamo la tecnologia per:

Costruire le strade del futuro. Cooperiamo con i maggiori centri di ricerca in Italia e in Europa fornendo servizi di consulenza e per la realizzazione di prove sperimentali su nuovi materiali e tecnologie di gestione della rete.

Tutelare i nostri clienti. Le soluzioni tecnologiche che implementiamo vogliono ridurre il tasso di incidentalità e mortalità.

Migliorare l’esperienza del viaggio. I sistemi di monitoraggio e di informazione che coprono costantemente l’intera rete ci permettono di aumentare i livelli di fluidità del traffico e di segnalare prontamente emergenze e fornire informazioni utili per chi guida.

 

La #smartroad

#Smartroad significa rete infrastrutturale connessa e interattiva grazie agli impianti tecnologici. Nel 2016 il nostro impegno si è concretizzato in investimenti per 160 milioni di euro per l`implementazione tecnologica su quasi 3.000 km di rete Anas.

Smart Road è un progetto ad alto contenuto innovativo, tra i primi al mondo nel settore stradale e prevede l’integrazione di tecnologie per infrastrutture, avendo come focus l’automobilista e la sua tutela. L’obiettivo è di fornire a chi si mette in viaggio numerose informazioni sulle condizioni ambientali e di traffico, grazie a tecnologie avanzate che consentiranno una migliore connessione tra i clienti e l’infrastruttura stradale.

L’investimento sulle Smart Road permetterà di garantire autostrade ancora più Sicure, Multimediali, Aperte, Rinnovabili e Tecnologiche. Il conducente che percorrerà l’autostrada, infatti, sarà informato in tempo reale sulle condizioni dell’arteria e sugli eventuali percorsi alternativi che dovessero rendersi necessari in caso di incidenti o di chiusure improvvise di tratte. Tutto ciò sarà possibile grazie a sistemi di connessione radio, come il wi-fi in motion che permetterà una continuità del segnale ai veicoli in movimento anche a velocità massime consentite sulla arteria.

Il progetto prevede anche un nuovo standard (Dedicated Short Range Communications - DSRC) che consentirà in un prossimo futuro l’implementazione di servizi innovativi ed interattivi di infomobilità, sicurezza e connettività, nell’ottica della gestione intelligente di tutte le infrastrutture stradali e lo sviluppo di servizi orientati al dialogo veicolo-infrastruttura e tra i veicoli stessi (Vehicle-to-Infrastructure e Vehicle-to-Vehicle). Il progetto prevede, inoltre, la realizzazione di sistemi di comunicazione a lunga distanza attraverso la posa di fibra ottica compatibile anche con le esigenze del “piano banda larga” del Governo.

La prima smart road della rete Anas sarà l’autostrada Salerno-Reggio Calabria, ora Autostrada del Mediterraneo. Tra le altre infrastrutture interessate ci sono il Grande Raccordo Anulare di Roma, l’autostrada A91 Roma-Fiumicino; l’itinerario Orte-Mestre della E45 ed E55, l’autostrada A19 Palermo-Catania.

 

#greenlight

Il progetto #greenlight, approvato dal CdA Anas a dicembre 2016, ha l’obiettivo di ridurre i consumi energetici per l’illuminazione nelle gallerie della nostra rete stradale. Il progetto, per un investimento complessivo di circa 155 milioni di euro, prevede la sostituzione dei corpi illuminanti obsoleti con LED di ultima generazione con regolazione puntuale e monitoraggio dei consumi.

Il piano #greenlight riguarda non solo la riduzione dei consumi e la migliore gestione degli impianti di illuminazione, ma anche l’innalzamento dei livelli di sicurezza all’interno delle stesse gallerie, potenziando la visibilità e la qualità di diffusione delle luci artificiali. Su un numero complessivo di 1.300 gallerie in gestione, Anas ha individuato 708 gallerie su cui intervenire prioritariamente.

Il piano si articolerà in due fasi. Una prima tranche di investimenti per circa 45 milioni di euro, con cui si realizzeranno interventi su circa 200 gallerie nel triennio 2017-19. Una seconda tranche per 110 milioni di euro da attivare successivamente.

Infografica progetto #greenlight

 

Progetti di ricerca europei

Nel corso del 2015 abbiamo presentato tre nuove proposte di progetto in risposta ai bandi per la ricerca pubblicati dalla Commissione Europea sulle linee di finanziamento LIFE+ e HORIZON 2020:

• OMERO - Horizon 2020

• WIN - Horizon 2020

• QUIERNESS - Life 2015.

Nel frattempo, sono proseguite le attività di ricerca relative ai progetti già finanziati INFRAVATION, DISTANCE e DYNAMAP.

 

DYNAMAP è un progetto LIFE+ che ha lo scopo di sviluppare un sistema dinamico di mappatura acustica per rilevare e rappresentare in tempo reale l’impatto acustico generato dalle infrastrutture stradali. Il principale obiettivo di questo progetto consiste nel facilitare e ridurre il costo dell’aggiornamento periodico delle mappe acustiche, che la Direttiva Europea sul rumore ambientale richiede ogni 5 anni. Il progetto prevede lo sviluppo e l’installazione di un sistema automatico di monitoraggio (basato su sensori a basso costo personalizzati e uno strumento software) su due aree pilota situate lungo l’autostrada A90 Grande Raccordo Anulare di Roma ed all’interno dell’agglomerato urbano di Milano. I sistemi saranno successivamente sottoposti ad un monitoraggio estensivo della durata di un anno per verificarne l’affidabilità, l’efficacia e l’efficienza.

Per approfondire vai al sito dedicato: http://www.life-dynamap.eu/

 

Progetti di sperimentazione e ricerca - Centro Sperimentale Stradale di Cesano

L’innovazione tecnologica assume un ruolo fondamentale nella manutenzione delle strade e nella gestione di viabilità sicura.

Il Centro Sperimentale Stradale di Cesano ha progettato e sviluppato diversi sistemi per la determinazione automatica dei piani di manutenzione relativi a pavimentazioni stradali e ponti, sulla base dei dati acquisiti da specifiche macchine o rilevati con tecnologia laser-scanner.

 

Scopri di più nella pagina dedicata al Centro sperimentale stradale di Cesano.

 

Alleanze nella ricerca

Nell’attività di monitoraggio ambientale, collaboriamo con l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale - ISPRA, con cui nell’ottobre del 2015 abbiamo firmato un protocollo d’intesa per lo scambio di informazioni e per la realizzazione di una banca dati per la migliore conoscenza dei fenomeni di dissesto del territorio.