• Insieme di immagini di strade e reperti storici - Il paese nel cuore

Tu sei qui

Mobilità del futuro

SMART ROAD

Immagine di una strada del futuro con auto informate sulla mobilità attraverso droni che monitorano il trafficoImmagine di una strada del futuro con auto informate sulla mobilità attraverso droni che monitorano il traffico

Il futuro della mobilità prevede una connessione tra mezzi, strade e infrastrutture in un ecosistema unitario di dati: una rivoluzione che necessita di strade “intelligenti”.

Con il progetto “Smart Road”, Anas punta dritta al futuro verso una mobilità che guardi al trasporto come a un sistema totalmente integrato.

La Smart Road è quindi per Anas un insieme di infrastrutture tecnologiche che mirano alla sostenibilità e al miglioramento della sicurezza e della fruibilità delle strade attraverso la Digital Transformation (DT): la strada non è più solamente un’opera civile, ma un insieme di tecnologie che renderanno possibile il dialogo tra chi guida, il veicolo e l’infrastruttura, ma anche tra i veicoli stessi, grazie a sistemi di connessione wireless che consentiranno la condivisione di dati su una piattaforma unificata.

Nel 2016 il nostro impegno si è concretizzato in investimenti per 160 milioni di euro per l'implementazione tecnologica su quasi 3.000 km di rete Anas. Gli investimenti pianificati sono notevoli: 225 milioni di euro per la fase I (in gran parte avviati), 365 milioni per la fase II e 210 milioni in fase III.

Con il progetto Smart Road l’infrastruttura diventa una “strada di comunicazione” e “strada di energia” completamente integrata nella rete di intermodalità. Si tratta di un progetto ad alto contenuto innovativo, tra i primi al mondo nel settore stradale, che pone al centro l’automobilista e la sua tutela, in previsione anche delle auto senza conducente.

Integrazione e connessione sono le parole chiave: per una maggiore sicurezza e affidabilità dell’esperienza di viaggio e per uno scambio continuo di informazioni tra chi percorre la strada e gli operatori Anas.

La strada del futuro cambia quindi pelle: da mera superficie di percorrenza, a protagonista attiva dell’esperienza di viaggio, che mette al centro la sicurezza di chi quel viaggio lo compie.

 

 

GREEN ISLAND

Non solo connessione wi-fi e servizi tecnologici per gli automobilisti: le strade del futuro saranno anche energeticamente sostenibili.

Con il progetto "Smart Road" Anas ha deciso di dotare le strade strategicamente più importanti di due macro sistemi tecnologici: uno di comunicazione e l’altro di energia.

Il cuore di quest’ultimo sarà la “Green Island”, ovvero moduli di generazione di energia elettrica da fonti rinnovabili (solare/eolico o altri) ogni circa 20/30 km, che permetteranno un’alimentazione autonoma dell’infrastruttura con massimo rendimento energetico verso minori costi di gestione. Inoltre le Green Island funzioneranno anche come aree di ricarica veicoli elettrici, droni e mezzi per la logistica.

Immagine di un tratto stradale e di una stazione di servizio futuristica