You are here

Liguria, il Ministro Matteoli ha inaugurato la variante di Sanremo, da San Lazzaro a Sanremo centro

Liguria, il Ministro Matteoli ha inaugurato la variante di Sanremo, da San Lazzaro a Sanremo centro

Pietro Ciucci: le opere realizzate sono state progettate in funzione di un ulteriore prolungamento dell’infrastruttura fino ad aggirare completamente la città di Sanremo
L’Anas oggi ha aperto al traffico la variante di Sanremo, tra San Lazzaro e Sanremo centro. Alla cerimonia, sono intervenuti il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli, il Presidente della Regione Liguria Claudio Burlando, il Presidente della Provincia di Imperia Luigi Sappa, il Sindaco del Comune di Sanremo Maurizio Zoccarato e il Presidente dell’Anas Pietro Ciucci.
“L’infrastruttura che si apre oggi al traffico – ha dichiarato il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli - riveste notevole importanza per la città di Sanremo, rendendo possibile una migliore e maggiore fluidità nei collegamenti tra gli ambiti urbani e abbattendo in modo sostanziale l’incidentalità. Un’opera di piccole dimensioni ma di grande efficacia, a riprova che gli interventi infrastrutturali non sono importanti solo in relazione alla loro dimensione finanziaria ma soprattutto rispetto ai benefici che apportano ai territori di riferimento. E la variante da San Lazzaro a Sanremo rientra in questa fattispecie”.
“Quest’opera – ha affermato il Presidente dell’Anas Pietro Ciucci - non può essere considerata solo una ‘variante’ tra le centinaia che abbiamo realizzato, ma è un traguardo importante per l’intera collettività; Sanremo, infatti, è un polo di attrazione, un simbolo internazionale e un luogo di eccellenza turistico-culturale dell’Italia in tutto il Mondo”.
“L’infrastruttura che oggi inauguriamo – ha continuato Pietro Ciucci - è la prosecuzione di una importante tratta realizzata in anni passati in parte dalla Società Autostrada dei Fiori (dallo Svincolo autostradale di Taggia fino allo svincolo San Lazzaro), e in parte dall’Anas (dalla ex strada statale 548 allo svincolo autostradale di Taggia)”.
La nuova opera è lunga 2150 metri. In particolare, è stato completato lo svincolo di San Lazzaro che da oggi, attraverso una migliore ridistribuzione e separazione dei flussi di traffico, offre quattro nuove rampe che sostituiscono la rampa bidirezionale che provvisoriamente serviva l’abitato di Sanremo, fra cui le due rampe da e per Ospedaletti.
Dalla fine dello svincolo di San Lazzaro il tracciato prosegue lungo la galleria “San Giacomo” (1564 metri), fino alla valletta del Rio San Romolo, da dove inizia la rampa di raccordo con la viabilità ordinaria, in località Ponte del Borgo.
“E’ stato realizzato, - ha assicurato il Presidente dell’Anas - inoltre, un collegamento provvisorio (svincolo Sanremo Centro) tra l’imbocco della galleria “San Giacomo” e la zona di Ponte del Borgo di Sanremo, dove è prevista la nuova intersezione con la viabilità comunale; lo svincolo verrà in seguito completato con la realizzazione del tratto successivo della variante”.
“Le opere realizzate, – ha concluso Pietro Ciucci - infatti, sono state progettate in funzione di un ulteriore prolungamento dell’infrastruttura fino ad aggirare completamente la città di Sanremo. Sulla base di recenti accordi, la progettazione di tale tratto conclusivo da Sanremo centro a Pian di Poma sarà sviluppata dalla società ‘Autostrada dei Fiori’ in stretta collaborazione con l’Anas”.
L’importo complessivo dell’intervento inaugurato oggi ha richiesto un investimento pari a 37 milioni di euro.

Sanremo, 20 giugno 2011